Gli indici mondiali e il petrolio scendono, l’oro sale leggermente. Giorno dell’orso

indices and gold fall

Ieri, le richieste di sussidio di disoccupazione nel Regno Unito sono scese inaspettatamente al 4,9% dal 5% di gennaio. Le notizie ottimistiche hanno incoraggiato la sterlina (GBP) a mantenersi al di sopra dell’USD. Oggi, il governatore della Banca d’Inghilterra (BoE) dovrebbe rilasciare una dichiarazione sull’indice dei prezzi al consumo. I commercianti osserveranno l’intervento della BoE per vedere come influenzerà la sterlina.

Altrove in Europa, un preoccupante rimbalzo dei focolai di coronavirus ha fatto precipitare gli indici. Il CAC40 è sceso del 2,09%, il DAX 30 non è stato altrettanto fortunato con una chiusura dell’1,55% e l’IBEX35 ha chiuso al 2,89% dopo un leggero rimbalzo martedì.

Negli Stati Uniti, il Nasdaq e l’SP & 500 continuano a scendere per il secondo giorno consecutivo. I Treasury mantengono un rally che ha spinto il rendimento a 10 anni al livello più basso in cinque settimane. Oggi, la Bank of Canada annuncerà la sua decisione sul tasso di interesse, quindi gli investitori dovrebbero tenere d’occhio il dollaro canadese.

Un nuovo rally del COVID19 in Asia preoccupa gli investitori poiché aumentano le voci di ulteriori confini, soprattutto nel continente asiatico. Il Nikkei 225, al momento della redazione, stava registrando perdite dell’1,95%.

Nelle materie prime, i prezzi del petrolio sono leggermente diminuiti. I trader che scambiano questo asset dovrebbero tenere d’occhio i dati EIA sulle azioni del greggio oggi. Tuttavia, l’oro ha consolidato un leggero aumento dello 0,2% a $ 1.781,81 l’oncia.

Sembra che la sessione di trading di oggi continuerà ad essere favorevole per i ribassisti, ma dovranno aspettare e vedere come si svolgerà la sessione di trading di mercoledì. Se hai intenzione di effettuare le tue operazioni oggi, approfitta del deposito del 200% di Traders Trust e massimizza il tuo potenziale di trading triplicando il tuo deposito.